Est (dittatura last minute) di Genoma films aprirà la sezione “notti veneziane – l’isola degli autori” alle Giornate degli autori 2020

La casa di produzione Genoma Films è lieta di annunciare un importante appuntamento con il nuovo progetto cinematografico che fa seguito al successo produttivo, di critica e di pubblico ottenuto nel 2018 con la black comedy in costume Nobili Bugie. Il nuovo film di Antonio Pisu dal titolo EST – Dittatura Last Minute sarà presentato come film di apertura della Sezione non competitiva “Notti Veneziane – L’Isola degli Autori” alla selezione delle Giornate degli Autori che si terranno dal 2 al 12 Settembre 2020 nell’ambito della 77a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

EST – Dittatura Last Minute è un originale road-movie ambientato nel 1989 alla vigilia della caduta del muro, tratto da una storia vera e girato tra il Cesenate e la Romania. Il film è scritto e diretto da Antonio Pisu (che ritorna alla regia dopo la sua opera prima Nobili Bugie) e prodotto da Genoma Films di Paolo Rossi Pisu, e in collaborazione con Maurizio Paganelli e Andrea Riceputi, autori del libro “Addio Ceausescu” da cui è tratta la sceneggiatura. La storia nasce appunto da un’idea degli stessi Maurizio Paganelli e Andrea Riceputi che nel 1989, giovani ventiquattrenni dal grande entusiasmo, intrapresero con un amico il viaggio raccontato nel film. Il ruolo del protagonista è affidato a Lodo Guenzi – voce e chitarra de Lo Stato Sociale nonché diplomato all’accademia di Arte Drammatica Nico Pepe – che con il film EST – Dittatura Last Minute fa il suo esordio sul grande schermo. Al suo fianco gli altri due attori esordienti Matteo Gatta e Jacopo Costantini.

Il film è stato realizzato con il sostegno della Regione Emilia Romagna.

Sinossi: Nel 1989, a poche settimane dalla caduta del Muro di Berlino Pago, Rice e Bibi, tre ragazzi di ventiquattro anni, lasciano la tranquilla Cesena in cerca di avventura: dieci giorni di vacanza nell’Europa dell’est, verso quei luoghi in cui è ancora presente il regime sovietico.  Giunti a Budapest conoscono Emil, un rumeno in fuga dal suo paese a causa della dittatura.  L’uomo, preoccupato per la famiglia rimasta in Romania, chiede l’aiuto dei tre Italiani. Il compito è semplice: portare una valigia alla moglie e alla figlia. Mossi da compassione e in cerca di emozioni, i tre si dirigono in direzione Bucarest, nel cuore della dittatura di Ceausescu. Senza sapere cosa li aspetta, in un viaggio oltre la loro immaginazione, Pago, Rice e Bibi si troveranno in un paese sotto il regime dittatoriale, implicati in situazioni surreali e circondati da personaggi improbabili che metteranno seriamente a rischio la loro vita. Tra numerose gag e colpi di scena, i tre protagonisti capiranno il giusto valore delle “cose” che ogni giorno diamo per scontate. Ritroveranno sé stessi, consolideranno la loro amicizia e uniranno le loro forze per portare a compimento la missione più importante della loro vita.

GENOMA FILMS, casa di produzione e distribuzione cinematografica che nasce nel 2016 da un’idea di Paolo Rossi Pisu, si pone come obiettivo quello di sostenere, affiancare e promuovere il cinema indipendente italiano e le opere prime. Appoggiare tutte le figure professionali che hanno a cuore il diffondere dell’arte in ogni sua forma, affiancando la passione per l’audiovisivo a un senso di responsabilità sociale. Il ricavato di ogni progetto viene sempre devoluto parzialmente a enti benefici. Genoma Films, oltre a numerosissimi riconoscimenti in festival internazionali, ha ricevuto il premio Green Drop Award alla 74 mostra del cinema di Venezia per aver realizzato un film totalmente eco-sostenibile. E’ stata inoltre la prima società ad accedere all’incentivo dell’art bonus – in associazione con Deisa Ebano Calzanetto – per il contributo erogato nei restauri di Italiani Brava Gente e Pasqualino Sette Bellezze, entrambi realizzati con il CSC – Cineteca Nazionale e ora per il nuovo progetto lanciato.

Marcello Portolan

Gretel e Hansel arriva in sala dal 19 Agosto

Previous article

365 giorni ovvero come rendere 50 sfumature di grigio un film da Oscar

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Cinema