Liberaci dal male

Il sergente Ralph Sarchie deve indagare su un incidente particolarmente bizzarro avvenuto in città e decide di collaborare con un prete rinnegato il quale è convinto che i demoni esistano davvero.

Il regista della pellicola – Scott Derrickson – ha una missione, far dimenticare al mondo che la sua firma è presente dietro alla regia del remake di Ultimatum alla Terra. Sicuramente un percorso di redenzione non semplice che il regista ha deciso di intraprendere inizialmente affrontando l’orrore. Con Sinister ha dimostrato la sua buona volontà per poi ripetersi con Deliver us from devil e completare l’opera con il successo di casa MCU Doctor Strange

Un film di difficile collocazione, si pone volutamente in una condizione di precario equilibrio fra horror e thriller , gioca con questo limbo dettando i tempi lunghi da poliziesco investigativo, ma sfumando il tutto con un tocco di occulto, senza strafare

Vero punto forte di Liberaci del male è l’ambientazione, ottima la scelta di utilizzare la pioggia reale, ambientando il tutto nell’oscurità più cupa, gli interni utilizzati sono spesso spazzi angusti e cupi, dove gli oggetti stessi, con le loro ombre,aiutano a tenere costante la tensione.

Eric Bana( Troy) interpreta il ruolo del protagonista, un uomo sprezzante del pericolo al punto da andargli incontro, ma timoroso della violenza; una sorta di Hulk senza trasformazione che l’attore interpreta al meglio. Buona anche la prova di Édgar Ramírez come padre Mendoza, la sua conoscenza delle lingue lo rende particolarmente credibile

Liberaci dal male è un buon titolo per tutti gli amanti del genere thriller, anche se un po’ ibrido. Una chicca per gli amanti dei Doors, che nel film – oltre a ben 4 tracce – troveranno numerosi riferimenti.

Marcello Portolan

Emerald city: seguire il sentiero dorato non sempre paga

Previous article

L’Alfabeto di Peter Greenaway: online il trailer

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Cinema