The Perfect Date: la recensione

The Perfect Date: la recensione

Maggio 12, 2019 0 Di Marcello Portolan

La nuova commedia NetflixThe Perfect Date – diretta da Chris Nelson e tratta dal romanzo The Stand-In cerca di rispondere a una delle domande più difficili di sempre: Che cosa sareste disposti a fare per raggiungere il vostro obiettivo? un tema evergreen nel mondo cinematografico qui rielaborato per allinearsi coni tempi moderni.

Noah Centineo – il futuro He-Man – interpreta uno studente che sogna di iscriversi a Yale, ma soldi e famiglia non lo aiutano, quindi decide di lanciare un app per offrire i suoi servigi come “amico in affitto”. Ovviamente tutto sembra andare bene, inizialmente, ma le cose cambieranno in fretta. Mentre sullo sfondo troviamo egoismo, insicurezze e due ragazze molto diverse interpretate da Camila Mendes e Laura Marano

Ovviamente potete facilmente intuire quale sia lo svolgimento di The Perfect Date, nulla di diverso da quello che vi aspettate, la trama nonostante ci mostri un mondo diverso da quello delle commedie romantiche anni’80\’90 ne segue pedissequamente le regole non scritte, come in una sorta di confort zone

Tuttavia il modo in cui il film si esprime, puntando direttamente al mondo dei giovani di oggi, è estremamente diretto e funzionante anche se forse questo suo stile potrebbe non piacere molto a un pubblico “maturo”. Buone anche le prestazioni degli attori principali, capaci di evitare di stereotipare i loro ruoli più di quanto già faccia la sceneggiatura e dotati di una chimica davvero notevole.

The perfect date è la classica commedia romantica d’evasione, leggera, da guardare a cervello spento la sera per trovare un po’ di relax. Se non avete grosse pretese questa pellicola potrebbe fare per voi.